Pasta: Busiata Trapanese la nostra Ricetta

Visitare la Sicilia significa riuscire ad arricchirsi da diversi punti di vista. È, infatti, questa una regione che offre tantissime cose; il sole e il mare, tanto per cominciare, ma anche splenditi panorami ed una tradizione storica e culturale estremamente variegata; tutto ciò è condito anche da una cucina tipica fatta di sapori speciali frutto della ricchissima terra che regala unicità a molti piatti. Allora tra una visita artistica ed un’altra, nel passaggio da una città storica ad un’altra, potete fermarvi ad assaporare una ricetta tipica del trapanese. La Busiata Trapanese condita con; zucchine, pomodoro ciliegino, melanzane, pesce spada, gamberi e una spolverata di granella di mandorla e pistacchio raccoglie quasi tutti i sapori della Sicilia in un solo piatto.

La valle della Belìce comprende Palermo, Agrigento e Trapani, nei pressi del fiume dal quale prende il suo nome, vanta moltissime tipicità; dal locale olio al formaggio a pasta filata, rigorosamente di pecora la Vastedda del Belice, fino ad arrivare alla classica caponata e al particolare ed unico primo piatto detto Busiata.

L’origine della Busiata Trapanese

La storia della Busiata Trapanese è abbastanza particolare. Pare che se ne cominci a parlare molto tempo prima dell’anno mille. Da alcuni manoscritti arabi che risalgono al periodo che va dal X all’XI secolo, risulta che già a quel tempo esisteva un tipo di pasta secca che risultava bucato. Le Busiate vengono trafilate al bronzo e successivamente essiccate a basse temperature. Sul nome del prodotto c’è una duplicità di interpretazioni. Per alcuni il termine deriva dal buso, un ferro usato per fare la maglia che nel trapanese veniva usato per lavorare sia cotone che lana. Secondo altre fonti il nome deriva dal fusto della pianta, volgarmente detta Disa; che veniva utilizzata dai contadini per legare in fasci le spighe del grano. Questi bastoncini appoggiati sulla pasta appena preparata e fatta in pezzi veniva cavata e produceva la tipica forma a spirale simile al fusillo, ma bucata al centro.

Fin dall’antichità la storia sicula vede l’intrecciarsi di vari elementi: le vicende religiose, culturali e storiche andavano a connettersi direttamente con l’evoluzione della cucina isolana. Le già consolidate abitudini si sono arricchite di nuovi spunti e nuove possibilità creando meravigliosi piatti che sono diventati le specialità che tutto il mondo ci invidia. I Greci, per esempio, hanno regalato alla Sicilia un diverso uso dell’ulivo e del cereale; mentre Arabi e Fenici l’hanno arricchita di spezie e aromi vari come lo zafferano, la cannella, il sesamo e l’anice. Con la scoperta dell’America sono arrivati alcuni di quegli alimenti necessari per creare la caponata, ma anche il peperoncino, le melanzane e il cacao. Ci sarebbe, ancora, un lungo elenco di culture che, avvicinatesi alle coste sicule, hanno donato questi sapori, quegli odori e quei colori che hanno reso unica la cucina siciliana, ma cominciano a soffermarci su qualcuno di essi.

Come si preparano le Busiate

Se desiderate preparare in casa le Busiate, questo particolare tipo di pasta, sono necessari 400 g di farina di grano duro, acqua fredda nella quantità di 200 ml con l’aggiunta di un pizzico di sale. È necessario disporre la farina ed il sale a fontana all’interno della quale va aggiunta l’acqua ottenendo un panetto morbido e liscio. Per lavorare meglio l’impasto creando le Busiate sarà opportuno farlo riposare in una ciotola ricoperta da un canovaccio per un tempo che va da 30 a 60 minuti.

Dopo aver infarinato il piano di lavoro, è necessario prendere la pasta e far venire fuori dei piccoli e lunghi cilindri molto sottili. A questo punto è necessario utilizzare il buso (in sua mancanza si può usare anche uno stecchino in legno, quello che si usa per gli spiedini) per creare la tipica forma alla pasta. Il piccolo cilindro va attorcigliato, in maniera longitudinale, al bastoncino così da creare la spirale. Per rendere la pasta sufficientemente consistente è opportuno disporla su uno strofinaccio infarinato e lasciarla asciugare per qualche ora prima di cuocerle.

Busiata Trapanese la Nostra Ricetta: Pomodoro Ciliegino, Zucchine, Melanzane, Pesce Spada, Gamberi e una spolverata di Pistacchio e Mandorle Tostate

La Busiata Trapanese è un formato di pasta molto particolare che viene creata partendo da cavi sottili la cui lunghezza varia da sette a quattro centimetri. Questa forma caratteristica con la tipica parte bucata permette al condimento di arrivare fino in fondo riuscendo a far gustare pienamente tutti i sapori della Sicilia. Il condimento si presenta con molte varianti, anche in base alle zone dell’isola ed a cosa risulta più piacevole. Tuttavia partiamo dalla ricetta base alla quale poi si possono apportare eventuali variazioni. In particolare sono famose quelle della valle del Belìce fatta con prodotti tipici di quella zona.

Gli ingredienti per preparare questo ottimo condimento sono:

  • 400 grammi di Busiate;
  • 300 grammi di pesce spada a fette;
  • 200 grammi di gamberi;
  • 200 grammi di pomodoro ciliegino;
  • 1 melanzana, 1 zucchine, 1 spicchio di aglio, mezza cipolla
  • granella di mandorle, granella di pistacchio, olio della valle del Belìce, vino bianco secco, sale e pepe quanto basta.

Busiata Trapanese la Preparazione

La preparazione di questa ricetta è abbastanza elaborata sebbene per nulla difficile. Per togliere il sapore amaro ed evitare che ci sia troppa acqua è necessario preparare innanzi tutto la melanzana che; una volta lavata e fatta a dadini, dovrà essere messa in un colapasta con del sale per circa un’ora. Fatto ciò si può entrare nel vivo della preparazione del condimento per cui bisognerà tritare finemente la cipolla e, messa in un tegame con un filo d’olio d’oliva, sarà necessario farla appassire. Di seguito va aggiunto il pomodoro ciliegino che, nel frattempo, saranno stati lavati e tagliati in quattro parti. Anche il pomodoro ciliegino dovrà essere leggermente appassito e, mentre cuoce, per circa 20 minuti, bisognerà aggiungere sale e pepe.

Intanto mondate e tagliate a dadini le zucchine che andranno cotte in un po’ d’olio d’oliva in un saltapasta. Cotte le zucchine, fate lo stesso con le melanzane che, nel frattempo saranno pronte.

Il pesce spada, lavato e spellato, sarà ridotto a cubetti, e leggermente salato, andrà cotto e rosolato; insieme a un filo d’olio e ad un aglio intero, in una padella a cui aggiungerete i gamberi. Appena appassiti mettere un po’ di vino per insaporire, lasciate evaporare e dopo aver tolto lo spicchio d’aglio, passate tutto nella prima casseruola per far amalgamare il tutto.

In una pentola più grande mettete a bollire l’acqua e buttate la pasta che, appena pronta, andrà condita con il misto che avrà avuto tutto il tempo per insaporire. Una volta impiattate le Busiate, spolverate il tutto con le mandorle ed il pistacchio a granella e… buon appetito.

Busiata Trapanese la nostra Ricetta e l’abbinamento con il Vino

Potete, poi, accompagnare il pasto con un buon vino tipico della Sicilia come il Nero D’Avola IGP, Monte Olimpo o un bianco Quattro Borghi Inzolia Viognier IGP Cellaro. Su saporidelbelice.com troverai tantissimi buoni prodotti della bella Sicilia. Non ti resta che l’imbarazzo della scelta; dalla Busiata Trapanese ai vini DOC di diversi tipi, accompagnati da tantissimi prodotti come le confetture e le marmellate; dalla cioccolata di Modica ai biscotti alla mandorla, dalle pappardelle alle bacche di Goji ai formaggi e salumi di vario genere; dagli amari agli oli extravergini di oliva. Per il periodo natalizio sono previsti pacchi regalo con panettoni e spumanti.

Condividi questo prodotto:

Lascia un commento

Non ci sono prodotti nel carrello