Candela Santa Rita

Candela Santa Rita

Candela Santa Rita. Tempo, classe ed eleganza si uniscono alla magia dell'olio, dei vini bianchi e dei rossi nella terra d'oro; dominio dell'extravergine di oliva, del Merlot, del Cabernet Sauvignon, del Catarratto e del Nero d'Avola. La prima degustazione dell'olio novello darà vita alla bottiglia in serie limitata CANDELA – SANTA RITA. Dal successo dell'olio riservato ai pochi amici e nella speranza di poter soddisfare le richieste; Saverio e Anna decidono di convertire i vigneti di Müller-Thurgau e di Chardonnay in uliveti.Candela Santa Rita. Tempo, classe ed eleganza si uniscono alla magia dell’olio, dei vini bianchi e dei rossi nella terra d’oro; dominio dell’extravergine di oliva, del Merlot, del Cabernet Sauvignon, del Catarratto e del Nero d’Avola. La prima degustazione dell’olio novello darà vita alla bottiglia in serie limitata CANDELA – SANTA RITA. Dal successo dell’olio riservato ai pochi amici e nella speranza di poter soddisfare le richieste; Saverio e Anna decidono di convertire i vigneti di Müller-Thurgau e di Chardonnay in uliveti.

Candela Santa Rita. Tempo, classe ed eleganza si uniscono alla magia dell’olio, dei vini bianchi e dei rossi nella terra d’oro; dominio dell’extravergine di oliva, del Merlot, del Cabernet Sauvignon, del Catarratto e del Nero d’Avola.

Le origini dell’Azienda Agricola Candela Santa Rita risalgono ai primi del 900. Nel corso del tempo le proprietà sono state mantenute ed ampliate dal figlio Salvatore (1922-1994). Salvatore Candela nel corso della sua vita è stato viticoltore, vignaiolo e commerciante di vino; di tessuti e referente al Comune di Monreale della borgata di Grisì per molto tempo. Dalle ottime capacità di produzione di vino e di olio; nasce un prodotto che si rende subito noto tra la gente del piccolo borgo di Grisì.

Alla morte di Salvatore, la figlia Santa Rita, affida al marito Vincenzo Rubino la conduzione delle proprietà ereditate dal padre. Vincenzo, all’età di 65 anni ha garantito la continuità ed il mantenimento della proprietà dal 2008 al 2014. Nei mesi a seguire i figli di Santa Rita e Vincenzo, Anna Rubino e Saverio Rubino; interpretano diversamente la nuova azienda agricola CANDELA SANTA RITA; sino a quel tempo impegnata principalmente nella coltivazione della vite di Merot, Cabernet Sauvignon, Nero d’Avola, Müller-Thurgau, Chardonnay e Catarratto. Nel settembre 2015 dopo anni di assenza, i fratelli decidono di ritornare a Grisì. Ricongiungono le vecchie maestranze che collaboravano con il nonno Salvatore e; con la prima raccolta di novembre 2015, riproducono nuovamente la qualità originaria del’olio CANDELA.

La prima degustazione dell’olio novello darà vita alla bottiglia in serie limitata CANDELA – SANTA RITA. Dal successo dell’olio riservato ai pochi amici e nella speranza di poter soddisfare le richieste; Saverio e Anna decidono di convertire i vigneti di Müller-Thurgau e di Chardonnay in uliveti.

Visualizzazione del risultato

Non ci sono prodotti nel carrello