Merlot Filari Della Rocca IGT

Merlot Filari Della Rocca IGT

Merlot Filari Della Rocca IGT

Con il suo rosso rubino tendente al granato , il Merlot Filari Della Rocca IGT si arricchisce all’olfatto di intensi aromi di frutta a bacca rossa e nera, ribes, lampone e amarena.

Il suo sapore è ben marcato, secco, strutturato, morbido e armonioso.

Del vitigno Merlot si iniziò a parlare in Francia già nel 1700. Predilige terreni collinari, freschi, con buona umidità durante l’estate in quanto soffre la siccità; per questa ragione, le colline alle pendici della Rocca di Entella ben si prestano ad accoglierne i Filari.

Merlot Filari Della Rocca IGT

FRA TRADIZIONE E INNOVAZIONE

Quindici ettari di fertile terreno che si estendono su uno dei territori più affascinanti della Sicilia.
A cavallo tra due riserve naturali e i siti archeologici di Adranone e Calatamauro, alle pendici della Rocca di Entella, sorge la tenuta agricola della Famiglia Guarino-Benanti.
Più di quarant’anni di storia e duro lavoro giunta ormai alla terza generazione.
Così nascono i FILARI DELLA ROCCA. L’unione della tradizione di una produzione biologica di ottima qualità con una spiccata attenzione ai processi di innovazione, al rispetto dei consumatori, e alla genuinità dei prodotti.
Il processo di produzione rimane in gran parte manuale, nel rispetto della normativa in materia di produzione biologica. Per questa ragione l’olio e i Vini FILARI DELLA ROCCA mantengono ancora le caratteristiche di fragranza, genuinità e sapidità che hanno reso la nostra terra famosa in tutto il mondo.
Piccole quantità, attenzione ai dettagli e rispetto della natura.

Merlot Filari Della Rocca IGT

Il territorio di Contessa Entellina si trova in provincia di Palermo ed è considerato il più antico insediamento albanese in Italia. La cittadina, insieme a Piana degli Albanesi, Santa Cristina Gela, Mezzojuso e Palazzo Adriano, si distingue per identità culturale e tradizioni, per la lingua arbëreshë e per il rito religioso che, a tutt’oggi, è quello bizantino. La nascita dei cinque comuni è legata a un evento storico, accaduto intorno al 1450, e cioè alla fuga di un gruppo di esuli albanesi che si allontanarono dalle loro terre per sfuggire all’invasione Ottomana. Contessa è dunque una cittadina assai particolare, al suo interno coesistono due anime, la siciliana e la balcanica, che si integrano e si completano a vicenda, ne è un esempio la sua cucina. Il territorio che circonda Contessa Entellina è ricco di monti, boschi e corsi d’acqua. Tra i luoghi da visitare le chiese di rito bizantino con le loro preziose icone, l’Abbazia di Santa Maria del Bosco, complesso monumentale che risale al XIII secolo, il Castello di Calatamauro, di epoca medievale, e la Rocca di Entella, sito archeologico di origine elima. Da visitare anche il sito archeologico di origine punica di Adranone.

Merlot Filari Della Rocca IGT

Lascia un commento

Non ci sono prodotti nel carrello