Amaro Monte Polizo cl 70

Amaro Monte Polizo cl 70

Amaro Monte Polizo

L’amaro Monte Polizo è ottenuto dall’ infusione di selezionate sostanze amaricanti, secondo un’antica ricetta dalla quale si ottiene la sua complessità aromatica.
Si consiglia di servire fresco, a temperatura ambiente o con ghiaccio.
Formati disponibili: Lt. 0,70 – Lt. 1 – Lt. 1,5 – 5 cl

Senza dubbio il vero fiore all’occhiello dell’azienda è l’Amaro Monte Polizo; sulle colline nel promontorio da cui prende il nome l’amaro, crescono pregiate essenze che beneficiano di un clima e di una temperatura ideale. Ciò favorisce, nelle piante che poi vengono raccolte per essere trasformate in ingredienti, lo sviluppo di quegli aromi e virtù salutari che contribuiscono al successo di questo Amaro, che dalla produzione familiare,più limitata anche territorialmente, è passata a quella di mercato. Queste sono le caratteristiche che fanno di questo amaro  un liquore inimitabile   che  non teme confronto.

RICONOSCIMENTI
In occasione delle celebrazioni del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, nella Rassegna Internazionale delle tipicità Siciliane “SICILIAMO, sapori, profumi e passione siciliana”, organizzata dalla Camera del Commercio di Trapani nella città di Marsala, l’Amaro Monte Polizo è risultato  1° classificato tra le “Eccellenze Agroalimentari”.

L’AZIENDA

La Alicia Liquori, azienda artigianale per la produzione e l’imbottigliamento liquori, ancora giovane ma nata dalla passione per le antiche tradizioni, è stata fondata nel novembre 2003 ed è frutto di ricerche ed esperienze decennali consolidate nel settore dei distillati.
Nata come una passione, sotto la spinta creativa e propositiva di amanti del gusto, la giovane azienda si è dunque proposta da subito come capace di produrre solo buoni liquori artigianali, con una autentica, oramai rara,filosofia guida: quella di limitare la produzione di ogni singolo prodotto, ad esclusivo vantaggio dell’eccellenza e dell’alta qualità, oltre a quello di assicurare al consumatore un assoluto controllo della filiera produttiva, dall’origine delle materie prime, alla produzione, fino alla distribuzione.
I prodotti dell’azienda sono tutti creati seguendo antiche ricette e utilizzando una matura conoscenza delle erbe e degli aromi della nostra terra.
La filosofia dell’ Alicia Liquori è proprio quella di produrre un prodotto genuino e dal sapore unico, mantenendo il buongusto delle cose fatte con amore.
Per quanto concerne il Sistema Qualità la società è dotata di un manuale di autocontrollo le cui  procedure sono applicate a tutte le varie fasi di lavorazione ed il controllo e la documentazione sono accuratamente aggiornati e migliorati dal Responsabile e dagli addetti al Sistema seguendo le normative che disciplinano il settore (HACCP).

IL TERRITORIO

Il territorio di Salemi si colloca al centro della Sicilia e si apre ad un panorama collinare e morbido. Il sito è menzionato per queste sue caratteristiche paesaggistiche in numerose fonti storiche, ricordato tra l’altro per la sua fertilità.
È su queste colline che svetta “Monte Polizo”, dal quale prende nome un vasto territorio che per la sua favorevole collocazione topografica ha rappresentato, sin dall’ antichità, una sede privilegiata per l’insediamento, come hanno dimostrato i recenti scavi. Gli scavi hanno restituito un abitato dell’ Età del Ferro, che, per il suo particolare stato di conservazione, rappresenta una delle più integre testimonianze della civiltà degli Elimi (IX – X sec. a.c.). è da questa collina che nasce l’Amaro Monte Polizo.
Ogni anno, in estate, da maggio a luglio, hanno  luogo a Monte Polizo (Tp) gli scavi archeologici che, iniziati nel 2001, ci stanno svelando i misteri dell’affascinante civiltà Elima che popolò quelle zone fin dai tempi più remoti (VII-V secolo a.c.).

Il complesso monumentale di carattere spiccatamente arabo, sorge su una privilegiata posizione orografica, crocevia naturale dei percorsi interni della Sicilia occidentale; ai suoi piedi si incrociano gli antichi percorsi che da Palermo conducono a Marsala, e da Mazara del Vallo a Trapani. Interessante per la datazione dell’opera è l’incisione “I. C. N. C. R. I.” -I(esus) C(ristus) N(azarenus) C(rucifixus) R(ex) I(udeorum)-, posta sulla faccia esterna dell’architrave della finestrella della torre cilindrica, che colloca l’edificazione del Castello dopo la sottomissione degli Arabi da parte dei Normanni nel 1070. I caratteri stilistici arabi della costruzione, fanno comunque supporre che i Normanni conquistatori si avvalsero delle maestranze arabe per la costruzione del castello. L’arco a sesto acuto, il notevole spessore murario, l’impianto tendenzialmente regolare e simmetrico, le volte a crociera con chiavi scultoree e costoloni modanati, le coperture dei vani con volte ad ombrello, la commistione geometrica del poligono-cerchio e nel caso specifico ottagono-cerchio, rappresentano tutti elementi caratterizzanti i castelli federiciani di Sicilia. Nel corso dei secoli il Castello di Salemi, è stato adibito agli usi più disparati: da vera e propria inespugnabile cittadella (secc. XII-XVI) a semplice punto di osservazione e di avvistamento (secc. XV-XVI); da deposito di paglia ed attrezzature agricole (secc. XVII-XIX) a sede della Biblioteca Comunale (1934-1968). Nel 1968 le strutture del castello furono gravemente danneggiate dal terremoto. Oggi dopo una lunga opera di restauro, è perfettamente fruibile.

Amaro Monte Polizo

Lascia un commento

Non ci sono prodotti nel carrello